E’ stato presentato ieri a Palazzo Vecchio di Firenze, un nuovo progetto partecipativo al servizio della collettività.

Si tratta del sito Vittima e Testimone, uno strumento al servizio dei cittadini, delle forze di polizia ma anche delle assicurazioni, nato con l’intento di mettere in comunicazione la vittima di un incidente stradale (con fuga del colpevole) e un eventuale testimone. Il web è pieno di blog e annunci di vittime alla disperata ricerca di qualcuno che possa aver assistito a un incidente. Da questo nasce l’idea del sito.

Il progetto, unico al mondo, è stato ideato da 5 amici fiorentini (David Di Pirro, Daniele Scagli, Christian De Tomassi, Simone Lottini e Giacomo Mattioli) a seguito di un episodio capitato a uno di loro, rimasto coinvolto in un incidente stradale e per il quale gli fu impossibile trovare testimoni nonostante gli innumerevoli tentativi. Soprattutto online.

Ho voluto visitare il sito e dopo essermi registrato, con una procedura abbastanza lunga, sono potuto entrare nel sito.

Nonostante la qualità dell’idea e la nobiltà delle intenzioni, mi sono trovato di fronte a un sito davvero poco friendly e con diversi bugs, ma alla fine ho trovato la sezione che riguarda la segnalazione degli episodi.

Il meccanismo è semplice: si può scegliere di accedere come vittima o come testimone e poi dopo aver inserito data e luogo ell’incidente, il sistema esegue un match e il gioco è fatto. Incrociando i dati inseriti nel database, il sistema verificherà l’eventuale presenza di avvenimenti già registrati concomitanti con gli elementi che abbiamo inserito e provvederà, qualora si desideri, a stabilire un contatto con l’utente in questione, che resterà sempre anonimo, scambiando in automatico gli indirizzi email.

Se potessi dare un consiglio ai 5 amici fiorentini, mi permetterei di dire loro di rivolgersi a un bravo web-designer come hanno fatto i ragazzi di Uribu per la seconda edizione del loro sito. Aumenterebbe non solo l’appeal estitico, ma anche la necessaria usabilità del sito.

A parte questa pecca, complimenti ragazzi. Così si cambia il mondo, con l’impegno e la partecipazione. Bravi!

.

Fonte Quotidiano.net. Immagini tratte dal sito Vittima e testimone.

Annunci